Il Parco Nazionale Thingvellir è un’area naturale protetta, divenuta nel 2004 Patrimonio Unesco. La zona fa parte del famoso Circolo d’Oro (insieme all’Area Geotermale di Haukadalur alla Cascata Gullfoss).

IMPORTANZA STORICA E GEOLOGICA DEL PARCO

Il parco ha rilevanza storica in quanto nel 930 qui fu fondato l’Althing, il primo parlamento islandese e mondiale (l’Althing si riuniva una volta l’anno vicino un emiciclo lavico dove promulgavano nuove leggi e organizzavano anche feste e gare sportive. Questo fino al 1798, quando il parlamento si trasferì definitivamente a Reykjavik), poi nell’anno 1000 fu qui decretato il Cristianesimo come religione di stato e, nel 1944 fu anche proclamata l’indipendenza del paese.

L’area ha anche rilevanza geologica trovandosi nel punto in cui la zolla americana e quella europea si allontanano.

Per tutte queste ragioni il Parco Thingvellir è forse il luogo più importante di tutta l’Islanda e meta imperdibile per tutti i viaggiatori.

INGRESSO

L’entrata al parco è gratuita e può avvenire in diversi punti nei quali sono presenti parcheggi. Questi ultimi sono tutti a pagamento e il principale si trova vicino al bellissimo Belvedere di Hakid. Qui si trova anche un Visitor Centre in cui poter prendere una mappa e avere informazioni riguardo al parco, ai percorsi e alle attività. C’è anche un’esibizione interattiva che racconta la storia e la natura del parco, una caffetteria e un negozio di souvenir.

FAGLIA DI ALMANNAGJA’

Appena usciti dal parcheggio principale facilmente si raggiunge la Faglia di Almannagjá, uno dei punti più di interesse del parco, e che rappresenta l’estremità orientale del continente nordamericano

(Il continente eurasiatico si trova a parecchi chilometri di distanza ad est, dall’altro lato del parco, e la sua estremità occidentale è data dalla Gola di Heidargja. Tra le due estremità dei continenti si sviluppa tutto il Parco di Thingvellir, che altro non è che una rift valley, caratterizzata quindi dalla presenza di numerose faglie si sviluppano parallelamente tra loro e testimonianza proprio del movimento opposto delle due placche. Le misurazioni ci indicano che l’allontanamento tra queste ultime è di circa 2,5 cm ogni anno, quindi un movimento piuttosto marcato ed evidente).

La faglia di Almannagjá ha, in molti punti, la forma di un canyon, con ai due lati alte pareti di roccia e al centro posizionata una passerella in legno che permette di muoversi agevolmente tra le varie spaccature lungo tutto il suo percorso.

E’ proprio lungo questo tragitto che sono state girate alcune scene della serie HBO Game of Thrones (durante la quarta stagione) nella sequenza in cui Arya e Clegane attraversano le Terre dei Fiumi, diretti a Nido dell’Aquila.

LOGBERG E CASCATA OXARARFOSS

Proseguendo lungo il percorso della faglia si trova, ad un certo punto, una bandiera islandese, issata in mezzo ad un cumulo di rocce, a rappresentare il Lögberg (“la roccia delle legge”), luogo in cui nacque il primo parlamento islandese e dove si svolgevano annualmente le riunioni.

Andando oltre nel percorso, si trova la piccola ma suggestiva Cascata Öxarárfoss, situata lungo il percorso del fiume Öxará e, appena antistante, si trova la Pozza Drekkingarhylur, dove venivano un tempo annegate le donne colpevoli di adulterio, infanticidio e altri crimini (sono presenti nel parco anche altre pozze utilizzate per annegare le persone a seconda del reato che commettevano).

Lungo il corso del fiume Öxará si trovano diversi búðir, datati tra il XVII e il XVIII secolo, ovvero piccoli rifugi in pietra con il tetto di torba, dove si riunivano i partecipanti alle assemblee o si trovavano rifornimenti di cibo e bevande.

ALTRE FAGLIE DELL’AREA

Oltre alla Faglia di Almannagjá, vi sono altre faglie da poter osservare, come: la Fessura di Peningagjá, piena d’acqua e nella quale si usa lanciare una monetina dal ponte ci passa accanto (leggenda vuole che se si riesce a seguire con lo sguardo la discesa della monetina fino al fondo, i propri desideri si avvereranno. Per questo la fessura è anche chiamata “The Money Chasm”) e la Faglia di Brennugja, nella quale in passato furono condannati al rogo 9 uomini accusati di stregoneria.

LAGO THINGVALLAVATN E GOLA DI SILFRA

All’interno del parco si trova anche il Lago Þingvallavatn, il più grande d’Islanda, con un’estensione di 84 km e una profondità massima di 114 m.

Il lago ha diverse isole di origine vulcanica, ed è alimentato dallo scioglimento del Ghiacciaio Langjökull, le cui acque scorrono sottoterra per circa 40 km prima di arrivare qui, attraversando rocce laviche porose. Questa filtrazione rende l’acqua del lago cristallina con una visibilità che supera i 100 m. Questo, insieme al fatto che nel lago sono presenti fratture tettoniche, rende questo posto meta ideale per lo snorkeling e le immersioni.

In particolare, la Gola di Silfra è il più famoso e spettacolare sito di immersione, dove nuotare letteralmente tra due continenti in acque limpide e glaciali, e inserito regolarmente nelle classifiche dei migliori siti di immersione al mondo (info qui)

Vicino al lago si trova la Chiesa Þingvallakirkja, una delle più antiche d’Islanda, costruita per iniziativa del re norvegese Olaf II Il Santo, e con all’interno custodite diverse campane di alcune chiese più antiche e una pala d’altare del 1834. Ha anche un piccolo cimitero alle spalle dove sono sepolti due famosi pittori romantici islandesi: Einar Benediktsson e Jónas Hallgrímsson.

A fianco della chiesa c’è la Fattoria Þingvallabær , costruita in occasione del millesimo anniversario di Althing, e ospitante gli uffici del guardaparco e, in estate, anche residenza estiva del primo ministro.

LATO NORD-EST DEL PARCO

Sul lato nord-est del parco è presente un altro parcheggio, e un altro punto dal quale poter entrare nel parco.

Qui è presente una grande area campeggio (Leirar Campground), aperta tutto l’anno, e un Centro Servizi, con informazioni sul parco, percorsi escursionistici, mappe, oltre che una piccola caffetteria

ESCURSIONI E TOUR

Nel parco sono presenti sentieri dedicati ad escursioni a cavallo (info qui).

E’ possibile vedere il Parco Thingvellir anche attraverso tour organizzati, generalmente in partenza da Reykjavik, e che comprendono tutte le attrazioni del Circolo d’Oro (Parco Thingvellir – Area Geotermale di HaukadalurCascata Gullfoss) (info qui, oppure qui), inoltre in estate, sempre dalla capitale, partono navette giornaliere portano fin qui.

Parco Thingvellir (Gola di Silfra)